Iscriviti alla nostra Newsletter

Attività sul fiume

La vicinanza del fiume Aniene offre al turista piacevoli occasioni di gite. Una volta il fiume aveva acque limpide e balneabili e in estate i rovianesi bambini scendevano dalla cima del paese per delle rinfrescanti nuotate. Oggi purtroppo l’inquinamento degli scarichi urbani non ha risparmiato questo fiume, ma è ancora possibile nel suo alto corso, effettuare discese in canoa, e affrontare piccole prove di rafting. Per una gita da Subiaco fino ai piedi di Roviano si impiegano circa 2 ore e mezza. Il punto di imbarco consigliato è subito a valle del ponte di S. Francesco, all’entrata di Subiaco, dopo il salto artificiale. Il fiume non presenta grosse rapide, ma solo alcuni passaggi di II e I grado. In particolare si segnala una piccola rapida ondosa sotto il ponte di Agosta, con i suoi caratteristici archi e alcune piccole rapide ondose in corrispondenza delle curve più nette.

Altra attrattiva del fiume è costituita dalla sua pescosità: in esso sono presenti la trota Fario, il gambero di fiume e la lampreda di ruscello. In località Fiumata è possibile praticare la pesca sportiva e il tratto sperimentale da Subiaco a Jenne, con tratti veloci, rigiri e lame d’acqua, è riservato per la pesca a mosca.

I numerosi progetti di riqualificazione di questo fiume fanno ben sperare che in un vicino futuro sarà possibile a tutti i villeggianti amanti del fiume godere di aree attrezzate, effettuare escursioni lungo gli argini, sostare per pic-nic e nuotate, e forse effettuare crociere da Roma, riappropriandosi così di questo bene naturalistico tanto prezioso.